Views
6 months ago

CHARTER 2017

  • Text
  • Charter
  • Barca
  • Porto
  • Fondale
  • Posti
  • Basi
  • Barche
  • Croazia
  • Costa
  • Grandi

Côte d’Azur di

Côte d’Azur di Federico Varga 84 www.solovela.net

Meta turistica per eccellenza, un tempo per un pubblico di nicchia e oggi decisamente più di massa, la Costa Azzurra resta uno dei luoghi privilegiati per gli amanti delle crociere in barca. Porti ben attrezzati, location affascinanti da un punto di vista naturale e mondanità assicurata a terra: il versante mediterraneo della Francia offre il mix giusto per i diportisti, soprattutto per un pubblico giovane ma non solo. Tra luoghi iconici e scorci selvaggi, sempre più rari, la vacanza in Costa Azzurra può essere apprezzata da chi gradisce restare sempre in barca o da chi tutte le sere vuole sbarcare in un posto nuovo per gustarne le atmosfere. Per i velisti ci sarà da fare i conti con l’immancabile Mistral, un elemento che offre forse ulteriore fascino alla navigazione lungo questi luoghi. La variabile Mistral È il vento dominante lungo la costa meridionale della Francia e interessa in particolare il Golfo del Leone e le zone limitrofe. La situazione tipica per la quale si innesca il Mistral è una bassa pressione sul Golfo di Genova o sul Tirreno settentrionale, associata a un anticiclone posizionato a ridosso della penisola iberica. La differenza di pressione, o gradiente barico, tra i margini dei due sistemi innesca il famoso Mistral. Questo è lo schema classico con il quale si manifesta tale vento, ma in realtà ci sono anche altre situazioni scatenanti e non in tutti i casi il Mistral soffia impetuoso. Difatti, durante il periodo estivo possono esserci giornate di Mistral “navigabili” o comunque non particolarmente violente. Rispetto al nostro Maestrale, il “nonno” francese ha un carattere differente, a cominciare dalla direzione. In Costa Azzurra non sempre sentiremo il classico nord-ovest puro, ma tante volte il Mistral vicino a terra può essere ruotato più a ovest, o addirittura a sud-ovest, in determinate e particolari circostanze. L’intensità è quella conosciuta da tutti, il Mistral può benissimo toccare i 40 nodi o anche oltre, e allontanandosi dalla costa francese alza un mare assai poco negoziabile. Sotto costa invece, anche nelle giornate più intense, si possono trovare ripari sufficienti per trascorrere comunque una giornata in barca. A Saint-Tropez, per esempio, con un regime all’esterno di 30 nodi, può benissimo capitare che nella parte interna della baia non ci siano più di 12-14 nodi e mare piatto. In definitiva il Mistral va conosciuto, non sfidato, e chi naviga in Costa Azzurra impara a conviverci senza problemi dato che può soffiare anche per oltre cento giorni l’anno. Mentone È praticamente la prima località della Costa Azzurra che si incontra una volta usciti dalle acque italiane. Port Garavan rappresenta un approdo ideale per visitare questa cittadina dal grande fascino. Famosa per i suoi giardini e i pregiati limoni che abbondano grazie al clima temperato, Mentone è da vedere anche per i suoi palazzi e le bellezze artistiche. Può rappresentare un primo punto di approdo in Costa Azzurra dopo una lunga navigazione, in attesa di inoltrarsi verso ovest e scoprire nuovi ancoraggi. Antibes Si tratta di un’altra delle perle della Costa Azzurra, situata una manciata di miglia a est di Cannes. Nel corso della storia è stata una meta preferita da molti artisti, pittori e scrittori in particolare, per la sua atmosfera e il paesaggio naturale. Per i diportisti Port Vauban rappresenta un approdo sufficientemente sicuro e ben attrezzato, molto ben collegato con il contesto urbano. Una veduta del borgo di Antibes www.solovela.net 85

MAGAZINES NETWORK SVN

SVN 36
MAXI 3
SVN 35
MAXI 3
SVN 36
SVN 35