Views
6 months ago

MAXI 1

  • Text
  • Maxi
  • Barca
  • Barche
  • Cantiere
  • Grandi
  • Piedi
  • Grande
  • Mondo
  • Tender
  • Oggi

MAXI Il

MAXI Il Seventy7 della Lagoon è un catamrano innovativo sopratutto per quello che riguarda la divisone degli spazi. I progettesti di Nauta Design hanno creato diversi spazi separati dove ogni ospite può trovare il suo momento di privacy come il pozzetto di prua, oltre ad altre soluzioni aggreganti come la piattaforma da bagno di poppa che diventa un tutt’uno con le due scale di poppa. Il sistema di costruzione, invece si basa sulla lunga esperienza del gruppo Beneteau Alla fine, dopo aver studiato la situaizone, è sceso in campo uno dei giganti dell’industria nautica mondiale, il gruppo Beneteau con uno dei cantiere di sua proprietà, CNB_Lagoon. Il primo modello dei giganti di Lagoon è andato in acqua durante l’estate del 2016 ed è stato presentato al salone nautico di Cannes dello stesso anno, il Lagoon Seventy7 un catamarano di 23,80 metri per 11 metri di larghezza. La barca è decisamente il più innovativo dei grandi catamarani esistenti e mette in risalto le grandi possibilità di un gruppo 52 solovela.net

MAXI come la Beneteau. Gli interni sono stati disegnati dallo studio italiano Nauta Design il quale ha voluto creare soluzioni originali che rendono la barca particolarmente attraente. Al di là delle soluzioni adottate da Nauta Design come la terrazza privata dell’armatore che si apre nello scafo, o il pozzetto di prua, il Seventy7 è interessante per la sua costruzione. Se Sunreef costruisce come fanno i cantieri a motore di Superyacht, startificando uno scafo e poi costruendo gli interni su misura per l’armatore in quello che si chiama semi custom, Lagoon applica a Seventy7 gli stessi concetti costruttivi delle altre barche di grandi dimensioni del gruppo. Forte dell’esperienza già fatta su CNB, Lagoon attua una serie di tecniche costruttive mirate a comprimere i tempi di produzione e con essi i costi della barca. Abbattere i costi significa aprire il mercato dei MAXI a un pubblico più vasto. Sicuramente dopo il Seventy7 arriveranno barche ancora più grandi e, come è stato per i monoscafi di CNB che nel giro di poco più di un anno dal lancio del CNB 76, già ne sono stati venduti un numero non immaginabile per un cantiere di MAXI , anche nel settore dei grandi catamarani sicuramente assisteremo a un forte incremento di unità vendute senza che questo, molto probabilmente, determini un calo di vendite da parte degli altri cantieri, perché barche come il Seventy7 tendono a creare un nuovo mercato più che a conquistare quello già esistente. Di lato, in alto, il disegno della terrazza del Seventy7 che si apre sul mare dalla cabina armatoriale, soluzione mutuata dai grandi superyacht a motore. Al centro il modulo del letto della cabina armatoriale della stessa barca, realizzato a terra è poi assemblato nella barca. Nella terza foto dall’alto si vede al dinette del HH66, il catamarano tutto in carbonio che può toccare punte di oltre 20 nodi. A seguire la zona cucina dell’HH66 e in basso, la barca mentre è in rada solovela.net 53

MAGAZINES NETWORK SVN

SVN 36
MAXI 3
SVN 35
MAXI 3
SVN 36
SVN 35