Views
5 months ago

MAXI 3

  • Text
  • Maxi
  • Barca
  • Barche
  • Cantiere
  • Swan
  • Regata
  • Regate
  • Grande
  • Piedi
  • Steinlager
Esce il terzo numero di MAXI e prova n esclusiva il nuovo CNB 76, celebra i 50 anni dello Yacht Club Costa Smeralda, la casa di Azzurra e va a guardare in casa Nautor dove molte cose sono cambiate negli ultimi anni. Tra le molte altre cose che la rivista offre, troviamo la storia di Steinlagher, la barca legata al nome di Sir Peter Blake e un intervista a Roberto Lacorte, l'industriale che ha inventato la 151 miglia

MAXI

MAXI PARTICOLARI esterni La CNB ha speso molto tempo nello studio dei suoi sistemi ancora, dopo diverse modifiche, ora questi possono varare un’ancora in 15 secondi partendo da portelli chiusi. Il movimento è fluido e l’operazione si effettua in perfetta sicurezza. Il sistema “ancora a scomparsa” della CNB è uno dei pochi a funzionare senza dare problemi Postazione del timoniere: i winch delle manovre, tutti elettrificati, sono gestibili da un prodiere, ma in mancanza di questo, il timoniere ha lo spazio necessario per girare la sua posizione e arrivare velocemente ai winch. Nella timoneria, il sedile che qui si vede sul lato sinistro è molto comodo anche per lunghe navigazioni Il CNB 76 è una barca bella e comoda, ma soprattutto è una barca marina, lo si sente da come si comporta in mare e dai molti particolari dedicati alla sicurezza, come i golfari sempre a portata di mano per attaccare le cinture di sicurezza Il garage del CNB 76 è molto grande e ospita comodamente un tender da 3,85 metri gonfio. Lo specchio di poppa si apre idraulicamente 36 solovela.net

MAXI considerare che la carena era sporca dopo un’intensa stagione in mare. Le manovre con l’elica di prua e di poppa sono alla portata di un bambino, la barca fa esattamente quello che vuole il timoniere anche in condizioni di vento laterale, come accaduto a noi. Il problema, invece, è la randa in fase di ammainata. Quella montata sul Belé è una bellissima e rigidissima randa in carbonio, bella da portare e da vedere, ma quando si è trattato di farla scendere ha dimostrato di essere ben poco gestibile. Il comandante della barca in piedi sul boma con l’armatore che all’albero cercava di far scendere piano piano la vela. Da questa esperienza nasce un consiglio, le vele, se si va in crociera, devono essere da crociera, le vele in carbonio lasciamole a chi naviga con una decina di persone di equipaggio per fare regate. Una barca da crociera deve avere una randa facilmente gestibile che crolli sul boma non appena si molla la drizza. Dalle polari della barca si evince come questa si comporti bene già con i venti più deboli. Stando al grafico, la barca è in grado, a 100° di reale, di superare costantemente la velocità del vento reale Velocità e consumo a motore Volvo Penta D4-180 Giri motore Velocità Litri/ora 700 rpm 3.2 kn 2 1500 rpm 6,6 kn 5,5 2000 rpm 8.2 kn 13 2240 rpm 8,8 kn 16 2500 rpm 9,7 kn 23 Come si vede anche dall’albero che montava la barca da noi provata, il CNB 76 è uno scafo veloce che ama giocare con il vento e che regala belle soddisfazioni al suo armatore. In questo caso l’unico problema è stato rappresentato dalla randa troppo rigida che quando veniva ammainata si rifiutava di scendere solovela.net 37

MAGAZINES NETWORK SVN

SVN 36
MAXI 3
SVN 35
MAXI 3
SVN 36
SVN 35