Views
5 months ago

SVN 35

  • Text
  • Pardo
  • Design
  • Komatar
  • Amel
  • Carboway
  • Telematico
  • Ormeggio
  • Boats
  • Race
  • Morire
  • Race
  • Performance
  • Rimini
  • Tragedia
  • Soleil
  • Alternatore
  • Rigging
  • Barca
  • Barche
  • Planamente
Il numero di SVN che vi accompagnerà nella prima parte dell'estate. Tanti articoli e nuove rubriche

Le strane leggi dei

Le strane leggi dei tedeschi di Salvatore Cadetti Tutto il mondo è paese: in Germania come in Italia il parlamento ha l’insana tendenza a legiferare su qualunque cosa. Un incidente può essere la giusta occasione per inventare una nuova legge senza poi curarsi se questa servirà a qualcuno o, invece, andrà contro qualcuno. Ed è proprio da un incidente che nasce la proposta della BSU, l’agenzia governativa tedesca per gli incidenti in mare, che ha proposto al governo l’emanazione di una legge che renda obbligatorio vestire il giubbotto salvagente appena si esce dal porto, a prescindere dalle condizioni meteo. Il che significa che nelle rarissime giornate dove nel Mar del Nord fa bel tempo e non c’è vento, invece di godersi il tepore dei raggi solari, i tedeschi dovranno vestire un ingombrante giubbotto salvagente. Il tutto nasce da un’indagine su un incidente occorso nel 2015 dove un equipaggio professionista composto da due skipper non riuscì a salvare uno dei due ospiti che avevano a bordo, per una serie di incredibili errori. L’ospite cadde in mare, uno dei due skipper gli lanciò una cima che raggiunse lo sfortunato, il quale se la legò intorno al polso. Sarebbe bastato tirare la cima a bordo e l’uomo sarebbe stato salvo, peccato che lo skipper avesse dimenticato di legare la cima alla barca e così questa finì in mare. Rifatta la manovra, lo skipper provò a rilanciare la cima all’uomo ma senza successo, e questo poco dopo morì per infarto. Per quanto mi sforzi di capire il ragionamento fatto dagli esperti della BSU, non riesco proprio a comprenderlo. Un uomo muore in mare perché due professionisti in realtà sono due inetti, e la risposta è rendere obbligatorio il giubbotto salvagente sempre, anche quando c’è vento e mare zero. L’uomo probabilmente è morto perché ha capito che i due non erano in grado di recuperarlo e si è agitato sino all’infarto. Capirei se volessero il giubbotto ogni volta che si naviga con vento superiore ai 10 nodi, ma sempre, anche con vento zero, è una soluzione più degna del pensiero di un burocrate che di quello di un marinaio, per il quale la praticità dovrebbe essere il vangelo. Se la BSU vuole proporre un disegno di legge per aumentare la sicurezza in mare dei diportisti tedeschi, dovrebbe proporre il divieto di avere alcolici a bordo. Infatti l’alcol per i velisti tedeschi rappresenta un serio problema, ne sono testimoni tutte le società di charter italiane che affittano le loro barche a equipaggi di sette, otto uomini che imbarcano quantità incredibili di casse di birra e poi navigano ubriachi causando non pochi guai. 28 www.solovela.net

www.solovela.net 29

MAGAZINES NETWORK SVN

SVN 36
MAXI 3
SVN 35
MAXI 3
SVN 36
SVN 35